Gesetz zur Bürgerbeteiligung: offener Brief an die Landtagsabgeordneten ¦ Legge sulla partecipazione: lettera aperta al Consiglio provinciale

19/07/2018

Offener Brief an die Abgeordneten zum Südtiroler Landtag:
Gesetz zur Bürgerbeteiligung

Als unterstützende Organisation des Volksbegehrens zum Gesetzentwurf Amhof/Foppa/Noggler ersuchen wir Sie dringend, das neue Gesetz zur Direkten Demokratie und Bürgerbeteiligung noch in dieser Legislatur und ohne Abstriche zu verabschieden.

Es handelt sich bei diesem Gesetzentwurf um eine ausgereifte und ausgewogene Kompromisslösung, der ein aufwändiges partizipatives Verfahren vorausging. Damit wird eine Reform verwicklicht, die seit 20 Jahren ausständig ist. Die Möglichkeiten der Bürgerinnen und Bürger, sich an Entscheidungsprozessen zu beteiligen, werden erweitert und eine korrekte Handhabe wird durch eine Reihe von Schutzbestimmungen garantiert.

Wir ersuchen Sie, inner- und zwischenparteiliche Differenzen zu überwinden und Südtirol dieses wichtige Instrument zur Entwicklung und Pflege seiner Demokratie nicht vorzuenthalten.

Mit freundlichen Grüßen
Plattform Pro Pustertal

Bruneck, 18.07.2018

———————-

Lettera aperta alle consigliere e ai consiglieri provinciali:
Legge sulla partecipazione

Come organizzazione sostenitrice dell’iniziativa popolare a favore del disegno di legge Amhof/Foppa/Noggler chiediamo urgentemente di approvare la nuova legge sulla democrazia diretta e la partecipazione ancora in questa legislatura e nella sua interezza.

Questo disegno di legge è una soluzione di compromesso, matura a ed equilibrata, frutto anche di un articolato processo partecipativo. Realizza una riforma che manca da 20 anni. Le possibilità di cittadine e cittadini di partecipare a processi decisionali vengono estese e una corretta applicazione è garantita in seguito a varie disposizioni di tutela.

Facciamo appello affinché si superino differenze all’interno e tra i partiti e non si privi l’Alto Adige di questo strumento importante per lo sviluppo e la cura della sua democrazia.

Con distinti saluti
Piattaforma Pro Pusteria

Brunico, 18/07/2018

Advertisements

Messaggio di solidarietà per la manifestazione „Per una mobilità sostenibile di montagna“ del 22.03.2014 a Ponte nelle Alpi

21/03/2014

A nome della Piattaforma Pro Pusteria vorrei mandare un saluto alla vostra manifestazione di sabato ed esprimervi la nostra solidarietà.

Una moderna ferrovia regionale è un’infrastruttura fondamentale per una valle alpina. Le nostre due ferrovie una volta erano collegate dalla Dobbiaco-Calalzo e anni fa „condividevano“ ancora il treno notturno da e per Roma con carrozze per S. Candido e Calalzo. Anche la Fortezza-S. Candido era considerata un ramo secco sul quale non investire, ma soprattutto la riapertura della linea Merano-Malles nel 2005 ha cambiato le prospettive e permesso che si investisse anche sugli altri tratti provinciali. Riapertura che, ricordiamo, fu concessa dalla Giunta provinciale a malavoglia, dopo anni di insistenti pressioni da parte di ambientalisti ed amministrazioni locali, poiché nessuno dei responsabili credeva in un successo. Che invece c’è stato, oltre ogni aspettativa.

L’impegno è servito, insomma, oggi in Pusteria abbiamo stazioni rinnovate e nuovi treni ogni mezz’ora e anche il turismo adesso sta scoprendo l’importanza della nostra ferrovia. Fino ad arrivare però ad una mobilità veramente sostenibile ed abbandonare le opere stradali che non risolvono problemi ma ne creano di nuovi, ci vorrà ancora tanta strada. E fa bene sapere che anche oltre i confini regionali e nazionali c’è chi la pensa allo stesso modo e si sta impegnando per gli stessi obiettivi.

Cordiali saluti,
Hanspeter Niederkofler, Brunico


Rete mobilità nuova: für eine Wende in der Verkehrspolitik

29/03/2013

Rete mobilità nuova“  ist eine Initiative, die sich für eine entscheidende Wende in der Verkehrspolitik in Italien einsetzt. Heute werden 75% der Investitionsmittel für den Fernverkehr eingesetzt – Autobahnen, Umfahrungen, Hochgeschwindigkeitslinien – während in Wirklichkeit nur 2,8% der Fortbewegungen weiter als 50 km gehen. Mit einer ersten großen Veranstaltung in Mailand am 4. Mai und einer Gesetzesinitiative, für die ab 4. Mai Unterschriften gesammelt werden, sollen die Prioritäten umgedreht werden: drei Viertel der staatlichen und lokalen Investitionen im Verkehrsbereich sollen zu Gunsten der Entwicklung des öffentlichen Verkehrs und des nicht motorisierten Verkehrs eingesetzt werden.

rete mobilita' nuova

Die Plattform Pro Pustertal unterstützt diese Initiative aus Überzeugung: Verkehrsprobleme löst man nicht, indem man den Auto- und LKW-Verkehr weiter fördert, sondern nur durch eine menschen- und umweltgerechte Mobilitätspolitik.

Rete mobilità nuova: la Piattaforma Pro Pusteria aderisce con convinzione a questa iniziativa – i problemi di traffico non si risolvono producendo nuovo traffico automobilistico e pesante, ma solo con una politica della mobilità orientata alle persone e rispettosa dell’ambiente.


25.11.2012: Referendum sul traffico a Dobbiaco

23/11/2012

Dobbiaco è il primo comune lungo la strada della Pusteria dove prima di ulteriori decisioni in materia di soluzioni per il traffico si chiede l’opinione della popolazione con un referendum ufficale. La Piattaforma Pro Pusteria accoglie con favore questa decisione e fa appello a cittadine e cittadini di Dobbiaco di cogliere questa opportunità.

La Piattaforma Pro Pusteria da molto tempo si impegna per una politica dei trasporti sostenibile e consiglia in questo senso di considerare anche i seguenti aspetti nella scelta tra le singole soluzioni:

  • non favorire un ulteriore aumento di traffico
  • ridurrre la velocità del traffico
  • opportunità per moderare il traffico a Dobbiaco Vecchia e Dobbiaco Nuova
  • consumo di suolo e impatto sul paesaggio

Anche i costi vanno considerati. Vista la situazione, soprattutto nella politica infrastrutturale vanno fissate chiare priorità e il finanziamento e il potenziamento del trasporto pubblico non devono essere messi in pericolo.

23.11.2012
Piattaforma Pro Pusteria


Fermare il progetto „Klosterwald“!

14/11/2012

In seguito alla rimozione dei nostri striscioni di protesta, cogliamo l’occasione per ribadire la nostra posizione sul progetto „Klosterwald“.

Il previsto svincolo per la Val Badia, senza incroci a raso, con ponte attraverso il lago artificiale e tunnel attraverso il Klosterwald, dovrà costare 40 milioni di euro e rovina una zona di alto valore paesaggistico e storico. Un costo che i presunti benefici non possono controbilanciare.

Gli ingorghi nei giorni del cambio degli ospiti in alta stagione certamente non verrebbero eliminati, ma al massimo spostati dentro il tunnel, visto che in quei periodi la strada della Pusteria è già satura e non è possibile un’immissione più veloce dalla Val Badia.

A parte questi pochi giorni all’anno, la Val Badia non ha un problema di accessibiltà. Nella media annuale, la strada della Val Badia presenta meno della metà del traffico della strada della Basa Pusteria, una ridotta percentuale di traffico pesante e notturno e nessun traffico di transito. Con tutta la comprensione per i residenti, il progetto di svincolo della Val Badia non può essere considerato prioritario e dovrebbe essere sospeso, vista anche l’insicura situazione finanziaria, finché non si trova una soluzione sostenibile dal punto di vista paesaggistico e finanziario. Den Rest des Beitrags lesen »


Comunicato stampa: ratifica del Protocollo Trasporti

23/10/2012

La Piattaforma Pro Pusteria saluta con favore la ratifica del Protocollo Trasporti della Convenzione delle Alpi da parte del Parlamento italiano. Dopo anni di ritardi arriva così un chiaro segnale politico a favore della protezione delle Alpi e di una poltiica dei trasporti più sostenibile.

Che questa decisione allontani qualsiasi pericolo di progetto „Alemagna“ è tuttavia vero solo sotto certi aspetti.
Il progetto dell’Autostrada di Alemagna è morto da tempo, con o senza Convenzione delle Alpi, e anche i periodici interventi di certi politici veneti non cambiano questo fatto. Perciò da tempo si lavora su possibili alternative per rendere più percorribili le Dolomiti per il traffico nord-sud, e queste non sono escluse a priori dal Protocollo Trasporti.

Chi legge il testo del Protocollo si accorge che sono escluse solo „nuove strade di grande comunicazione per il trasporto transalpino“, vale a dire autostrade e superstrade che servono al traffico con origine e destinazione fuori dal territorio alpino. Se servono invece al traffico interno alle Alpi o dalle Alpi verso l’esterno, nuove strade sono possibili. I presupposti sono una valutazione di impatto ambientale positiva, l’economicità e la mancanza di alternative. Quanto possano essere elastici questi criteri sotto la pressione della politica, si può vedere da certe grandi opere di dubbia utilità che passano senza problemi tutte le verifiche prescritte. Den Rest des Beitrags lesen »


Sa 15.10.2011: Tag der Demokratie in Bruneck ¦ Giornata della Democrazia a Brunico

25/09/2011

Samstag 15. Oktober 2011 – Internationale Mobilisierung

Tag der Demokratie – „Abend der Lichter“ in Bruneck

Zukunft braucht Solidarität
gegen Machtarroganz und für demokratische Mitsprache!

Am 15. Oktober finden sich in vielen Ländern der Welt Tausende von Menschen zu überparteilichen, friedlichen Veranstaltungen für echte Demokratie zusammen. Der Aufruf dazu geht von der Bewegung „¡Democracia real YA!“ in Spanien aus.

Jedes Land hat seine besondere Situation, aber eines ist uns allen gemeinsam: Unsere persönlichen und sozialen Grundrechte werden zunehmend untergraben von einer Allianz zwischen den Großkonzernen und der politischen Klasse, die immer weniger die Bedürfnisse der Bevölkerung vertritt. Dagegen soll am 15. Oktober ein starkes Zeichen gesetzt werden. Den Rest des Beitrags lesen »